seguici su Facebook Twitter Google+ RSS
Martedi 30 Settembre 2014 - agg.22 : 53
FLASH NEWS

dgg

Si è conclusa nel peggiore dei modi la cena di tre coppie romane riunitesi per un’amichevole rimpatriata in una trattoria sulla Prenestina. I sei giovani, intenti a raccontarsi le ultime novità lavorative e taggarsi in tempo reale su Facebook, hanno subito abbandonato l’atmosfera serena e conviviale quando l’argomento di conversazione è diventato proprio La grande bellezza di Paolo Sorrentino.

Stando ad una prima ricostruzione pare che Nicholas, il più giovane fra i sei,  abbia esordito lodando l’opera del regista napoletano come “affresco di un’Italia in declino”. Subito la coppia formata da Giacomo e Alessandra avrebbe espresso a gran voce il disappunto per quell’affermazione, mentre Maria e Patrizio avrebbero cercato di difendere Nicholas argomentando la tesi con parole del tipo “felliniano, “onirico” e “ritratto decaduto e decadente”. La situazione è subito peggiorata e sono volate parole pesanti; ma la vera svolta c’è stata quando Giovanna, compagna di Nicholas, ha usato l’aggettivo “kierkegaardiano”. A quel punto Giacomo ha tirato fuori una calibro 38 dalla tasca minacciando la donna ed intimandola di ritrattare. Nicholas si è immediatamente gettato sull’uomo per difendere la compagna, ma Giacomo ha sparato ferendolo a morte. Maria ha quindi cercato di far tornare in sé l’omicida, spiegandogli che si trattava di un film che poteva dividere proprio perché “un ritratto céliniano e intrinsecamente contraddittorio” e che la grande interpretazione di Servillo, comunque, era fuori discussione. Sentendo quelle parole Giacomo ha nuovamente perso il controllo e dopo aver sparato alla spalla di Maria, si è puntato la pistola alla tempia, gridando a squarciagola: “Mi fa schifo Servillo!!!” prima di togliersi la vita.

Giunta sul posto la polizia non ha potuto far altro che constatare i due decessi e chiamare un’ambulanza per la donna (non in gravi condizioni). “Siamo molto preoccupati – ha commentato il capo della polizia del Commissariato Prenestino VII – è già il decimo episodio di violenza questa settimana per gli stessi motivi. Solo martedì sera abbiamo ricevuto 6 chiamate per liti in famiglia dopo che su canale 5 hanno trasmesso La grande bellezza. Chiediamo maggiore tatto, in primis da parte dei media, e che non si ripeta più un uso tanto spropositato di aggettivi”.

Marco Ciotola

Share:
Condividi

Commenti





Articoli piu letti